PROCESSO A GARIBALDI 

____________________________________________________________________________

                                             Commedia 
               con 18 personaggi storici (di cui 3 ruoli femminili)
 
Tratto dal libro omonimo di Vincenzo Labanca e Antonio Cirillo
 
 
Trama
 
Davanti ad un Tribunale della Storia (costituito comunque da una Corte moderna, composta da 1 Presidente, 2 Giudici a Latere, 1 Pubblico Ministero e 1 Avvocato Difensore) vine condotto Giuseppe Garibaldi, il discusso  Eroe dei Due Mondi, perché accusato di quattro gravissimi Capi di Imputazione:
1)   ALTO TRADIMENTO
2)   PIRATERIA
3)   ABUSO DELLA CREDULITA' POPOLARE
4)   LIBERTINAGGIO SESSUALE CONTINUATO E AGGRAVATO
 
La Commedia consiste nella audizione da parte della Corte di ben otto Testimoni, due per ogni Capo di Imputazione, di cui un testimone di ACUSA ed uno di DIFESA. Si vedono così comparire e deporre (oltre che rispondere alle domande dei Giudici ed alle provocazioni del Pubblico Ministero), Giuseppe Mazzini, Nino Bixio, Luigi Rossetti, Juan Pacheco, Ciraldo Fraiunco, Eduardo Mutru, Battistina Raveo e Anita Garibaldi, in un revival storico-teatrale di piacevole impatto. Alla fine delle audizioni dei testimoni c'é il colpo di scena!
Il Presidente della Corte, dichiarando quel Tribunale non legittimato a procesare la Storia, citando: "ai posteri l'ardua sentenza"  chiama il pubblico a decidere con una alzata di mano sulla assoluzione o sulla condanna di Giuseppe Garibaldi.  (che purtroppo, ahimé, nella quasi totalità della manifestazioni dove lo spettacolo è stato rappresentato, é stato quasi sempre assolto!).
(n.d.r. : Questo vuol dire che cé ancora molto da fare per ristabilire la verità storica!) 


___________________________________________________________________________